Chi sono i siblings? (E perché vanno aiutati)

I siblings sono i fratelli di bambini con disabilità. 

Questi fratelli possono essere discriminati nelle dinamiche familiari, in quanto per tutti diventano ‘il fratello di – ’ o ‘la sorella di – ’ . Essi attirano le aspettative di successo della famiglia, e soprattutto le aspettative di aiuto in merito alla gestione dei loro fratelli più sfortunati. Questi due elementi, come si può capire, creano vuoti e angosce che i siblings si portano dietro per la vita. 

Facendo riferimento all’età possiamo riconoscere (almeno) due tipi di siblings: i fratelli maggiori e i fratelli minori. 

I fratelli maggiori possono vivere nei confronti della nascita di un fratello più piccolo una serie di rabbie più o meno facilmente esprimibili. Sono rabbie per esempio legate al vedersi scalzati nelle attenzioni, oppure legate all’arrivo di un competitor che prima non c’era, ecc… Tutto questo, però, assume tinte fosche quando si tratta della nascita di un fratello con disabilità. Nessun sibling infatti riconoscerebbe in sé (qualora ci fosse) un sentimento di ambivalenza o di rivalsa verso un fratello; E non riconoscere (perlomeno a se stessi) un vissuto emotivo di questo tipo potrebbe portare conseguenze negative. 

I fratelli minori, al contrario, quando arrivano hanno già davanti a sé un fratello più grande: può darsi che lo vedano come più esperto della vita, con più competenze, insomma qualcuno che al bisogno può essere di aiuto. Anche in questo caso, però, questa dinamica viene meno tra un sibling e un fratello maggiore. Al sibling, al contrario, può essere chiesto di crescere più in fretta, di essere lui di aiuto al fratello. Il sibling più piccolo potrebbe diventare un bambino molto paziente e premuroso, che scarica le frustrazioni nel profondo pur di non darle a vedere. 

Io credo fortemente che i siblings debbano essere aiutati in diversi modi, anche attraverso il sostegno psicologico. Potrebbe arrivare un giorno in cui i genitori non saranno più in grado di aiutare un individuo con disabilità: quello è il giorno in cui, per un sibling, la capacità di reggere il peso emotivo potrebbe fare la differenza.