Come smettere di fumare?

Tutto quello che facciamo ha una ragione, anche le cose apparentemente immotivate. 

Svegliarsi nella notte in preda al panico ha una ragione, amare un regista più di un altro ha una ragione, sviluppare una dipendenza ha una ragione. 

Generalizzare le cause non è impossibile, ma riduttivo. Infatti i motivi per cui facciamo cose irragionevoli, tipo superare i limiti di velocità, rattristarci quando perde la nostra squadra del cuore, o per l’appunto fumare sigarette, sono più o meno sempre gli stessi. Ciò che cambia radicalmente da una persona all’altra è il perché non si riesce smettere. 

Smettere di fumare è più difficile che capire perché si è cominciato. 

Quando mi chiedo come smettere di fumare, pertanto, l’analisi deve seguire due strade. 

La prima è il motivo per cui lo faccio. Per quale motivo fumo? Cosa significa per me accendere una sigaretta? Tenere tra le labbra qualcosa che va aspirato, quasi succhiato, perché rimanga acceso? 

La seconda è capire per quale motivo, pur sapendo che fa male, non riesco a smettere. Perché non riesco a smettere di fumare? Cosa mi lega al fumo di sigaretta? Cosa mi mancherebbe se smettessi? 

Come ben si vede la soluzione alla domanda ‘come smettere di fumare?’ è assolutamente personale, individuale. E necessita una risposta diversa per ciascuno, che va cercata nella storia di ogni diverso fumatore.