Quali sono gli stili paterni? Il padre remissivo: l’uomo senza autorità nelle coppie non violente.

Definisco padre remissivo l’uomo del quieto vivere nelle coppie senza violenza di genere.

Quando una coppia ha piccoli squilibri può darsi che una delle due parti, in questo caso l’uomo, faccia un passo indietro. In questo modo la bilancia resta in equilibrio, ma è una forzatura.

Il padre remissivo sente che la sua autorità è messa in discussione e pian piano smette di esercitarla. La legittimazione e il riconoscimento reciproco sono alla base del vivere democratico in coppia. Dico vivere democratico perché il padre remissivo non è presente nelle coppie violente, in cui c’è violenza di genere.

Per uscire dall’angolo il padre remissivo deve anzitutto recuperare credibilità all’interno della coppia. La credibilità sui figli è solo una conseguenza. La cosa importante, quindi, sarà capire cosa egli significhi ancora agli occhi della compagna, che infatti sovente è la prima che lo dileggia o sminuisce.

In questi termini si capisce perché ho detto che il nuovo equilibrio è una forzatura: perché è un adattamento ad un problema di coppia, che prima o poi farà saltare il banco.

Quando un uomo è eccessivamente remissivo, quindi, nei rapporti di coppia e nei confronti dei figli, è perché qualche ingranaggio, da qualche parte, ha smesso di funzionare da tempo. Per questo sarebbe utile un accompagnamento di coppia, ma ancora di più un sostegno dal punto di vista individuale, per aiutarlo a rafforzare i punti in cui risulta più vulnerabile.