Natale: cosa regalare ai bambini?

C’è una distanza molto sottile che separa la creatività dall’egoismo. 

I bambini e i ragazzi sono soliti chiedere per Natale regali che soddisfano un piacere istintivo, non ragionato, viscerale. Gli adulti, di contro, hanno la pretesa di fare regali utili. Tuttavia i bambini hanno la capacità di parlare per allusioni, ed è molto difficile capire quando quando ci chiedono qualcosa in maniera velata. 

Ascoltare con il terzo orecchio

Amo molto questa espressione: allude al fatto che a volte si dicano cose intendendone altre. E a buon intenditor, poche parole. Se un bambino a Natale chiede un gioco che riguarda, poniamo, il corpo umano, potrebbe essere perché l’ha visto a casa di un amico, oppure perché è attratto da qualche cosa. Non lasciamo cadere lì una richiesta poco chiara, facciamo sempre qualche domanda in più, potremmo toglierci dubbi o perplessità. La vita emotiva dei bambini è più ricca e complessa di quanto la si voglia ritenere, soprattutto oggi, con gli stimoli che ricevono dal web.

Creatività, croce e delizia dei genitori 

Quando i bambini per Natale chiedono palloni, fucili, canne da pesca e simili non incontrano mai ostacoli. Le cose vanno molto diversamente quando invece chiedono strumenti artistici. Tavolozze, cavalletti e pennelli, oppure creta e argilla, o strumenti musicali, ecc… Quella di un regalo che ha anche fare con la creatività, è una richiesta molto particolare, che io non lascerei mai cadere nel vuoto. Per quale motivo un bambino vorrebbe suonare la chitarra? Oppure, per quale motivo vorrebbe dipingere su una tavolozza vera? Noi comunichiamo l’esigenza espressiva in molti modi, uno di questi è l’arte. Se un bambino chiede di potersi esprimere, anzitutto ascoltiamolo. E poi agevoliamo questa sua richiesta, perché è facile per un adulto cominciare a scrivere versi o decidere di entrare in un negozio di strumenti musicali, per un bambino invece è molto più difficile. Per questo è necessario saper drizzare le antenne, ascoltare col terzo orecchio: alcune cose potrebbero dircele una volta soltanto.